Pino Daniele: "Notte della Taranta? Il mio sogno segreto è cantare la pizzica"


la repubblica bari

L´artista napoletano in tour oggi alle cave di Apricena, giovedì a Ostuni e sabato alla villa di Corato

Il disco Il mio ultimo album vuole rappresentare un ritorno alle origini mediterranee
La puglia È una regione che sento molto vicina alla mia Campania: si avverte la cultura in comune
Il progetto Partecipare al concertone di Melpignano è un´esperienza che mi piacerebbe affrontare
La televisione Mi piace sempre meno perché non c´è più spazio per la musica: me ne tengo alla larga proprio per questo

Lo chiama «passaporto d´artista» e la ragione per cui è nato l´ultimo album Il mio nome è Pino Daniele e vivo qui è proprio il raccontarsi in pochi ma essenziali cenni.
Anagrafico e personale, è un´antologia del senso della musica che ha portato il cantautore partenopeo fino al più recente approdo, il ritorno a casa, cantato nel singolo Back home. Con il suo Il mio nome è Pino Daniele e suono qui tour torna anche in Puglia e lo fa in un trittico di date che, in apertura, chiudono il festival Suonincava di Apricena, a casa dell´amato Matteo Salvatore da lui definito «il più grosso fenomeno musicale italiano».
L´appuntamento è per questa sera nella Cava Pizzicoli alle 21 (info 0882.64.54.54 e http://www.suonincava.it). Seconda tappa giovedì 23 nel Foro Boario di Ostuni e, infine, sabato 25 in piazza Sant´Elia a Corato, per un concerto organizzato dall´Acat, l´Associazione club alcolisti in trattamento che, con il sostegno del Comune, promuove la costruzione di una casa di prima accoglienza per alcolisti (info 899.130.383 o sul sito www. deltaconcerti. it). Sul palco sarà accompagnato da Rino Zurzolo al contrabbasso, Gianluca Podio al pianoforte, Alfredo Golino alla batteria ed Ernesttico alle percussioni.
Daniele, dalla Puglia passa sempre.
«Come potrei non farlo. Ho tantissimi ricordi che mi riportano qui e tanti punti di riferimento. Credo che Puglia e Campania siano tutto sommato legate da una cultura musicale molto forte e dal senso delle radici».
Sarà in concerto qui nei giorni della Notte della Taranta, che è un po´ una festa delle nostre radici sonore.
«Conosco benissimo questo festival. Se mi chiamassero ci verrei molto volentieri. È un esperienza che farei, assolutamente».
Dove, invece, pare non andare molto volentieri è in televisione.
«Perché ci stanno programmi musicali in televisione? Si fanno solo reality. Oltre Mtv e All music non è rimasto più niente. Per carità, se si parlasse di musica ci farei un salto, altrimenti non mi interessa».
Preferisce mettersi in viaggio e andare in giro per l´Italia, allora.
«Fa parte del mio lavoro. Noi siamo dei vecchi bluesman, non siamo cantanti che fanno il grande show. Sono rimasto musicista a mio modo, prendo una chitarra e parto per far sentire le mie canzoni. Certo mi piacerebbe viaggiare per il gusto di farlo».
I tre concerti, dunque, cosa riserveranno al pubblico.
«La forma più classica di concerto, con una parte acustica e una parte elettrica. Una serata da vedere e da sentire profondamente, spero».
Da Wayne Shorter a Salif Keita e Chick Corea, colpisce la quantità di collaborazioni, anche eterogenee, che caratterizza la sua trentennale carriera.
«Si dal principio ho avuto sempre il vizio di fare band. Alla fine mi capita sempre. Ho l´attitudine a mettere insieme la gente, a farla interagire per creare qualcosa di nuovo. Mi è capitato già a partire dal primo album in maniera quasi istintiva. In quel primo lavoro, trent´anni fa, erano ben evidenti le mie manie, il blues e la musica latina».
Il suo ultimo album è presentato come quello del ritorno a casa. Ma se n´è allontanato mai veramente?
«La mia casa, Napoli, è rimasta sempre con me. Più napoletano di me è difficile trovarne. Ho girato, mi sono confrontato con tante realtà, patrimoni musicali e artisti, tenendo sempre al centro il Mediterraneo».

Annunci

Informazioni su Giorgio

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II / "PinoDanielomane" / appassionato di musica, qualsiasi genere essa sia

Pubblicato il 21/08/2007 su Concerti, Interviste, Spettacoli, Tour. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: