Pino Daniele e un ritorno «Anema e core»


Nel primo brano tratto dal triplo «Ricomincio da 30» anche le voci di Senese e De Piscopo

«Anema e core» versione «nu neapolitan power». Il nuovo singolo di Pino Daniele, già da ieri trasmesso da Radio Kiss Kiss, ha in comune solo il titolo con l’hit internazionale di Titomanlio e Salve D’Esposito, nato nel 1950, ma come quello potrebbe diventare un evento per la canzone napoletana moderna. Eppure il primo singolo estratto dall’attesissimo album triplo «Ricomincio da 30», in uscita il 16 maggio, è un tuffo nel passato, un colpo al cuore per i fans del mascalzone latino che ritrova il sound verace e contaminato maturato tra i vicoli napoletani, assimilando la lezione glocal dei Napoli Centrale e, prima ancora, degli Showman. Non a caso, allora, qui si comincia con il sassofono caliente di James Senese che parte da dove finiva l’assolo di «Chi tene ’o mare», poi una chitarra elettrica garrisce sullo sfondo prima che l’uomo in blues dichiari il gioco: «Anema e core it’s gonna be allright», subito ribadito anche dalla voce del nero di Miano. «Se la mia fede è solo in quello che si vede, forse i miei sogni nessuno mai li fermerà» continua Pino, prima che a scandire un «e allora portami via» sia Tullio De Piscopo, il «figliol prodigo» il cui ritorno a casa ha dato la stura alla reunion della superband del 1981, pronta anche all’evento dell’8 luglio al San Paolo. «James Senese, saxophone» annuncia Daniele come un milione di anni fa, mentre la sua chitarra elettrica è rock come non succedeva da decenni, «ho voglia di ricominciare, senza farmi più condizionare da niente e nisciuno», canta con una voce che ritrova a tratti l’antica carnalità. Il sound, insomma, è una ineluttabile madeleine proustiana, mentre il testo è semplice, lineare, immediato. Il lazzaro felice ha ritrovato al suo fianco anche Rino Zurzolo, Toni Esposito e Joe Amoruso e, visto che ha deciso di mettere insieme 41 brani storici del suo repertorio, ne ha risuonati la metà circa con l’impareggiabile «neapolitan all star band» che il 19 settembre 1981 riempì piazza del Plebiscito, ma chiamando in studio – al fianco di guest star come Al Di Meola e Chiara Civello – anche altri antichi compagni di jam session, da Gigi De Renzo a Ernesto Vitolo. Quasi che per rimettere mani su pezzi che hanno fatto la storia del rock italiano ci volessero per forza anche i «complici» originali, senza però cadere troppo nella trappola della nostalgia canaglia. Ecco, allora, la coproduzione affidata a Humberto Gatica, uno che ha lavorato con gente del calibro di Celine Dion, Michael Bublè e Josh Groban. Con «Anema e core», nel cofanetto ci saranno altri tre inediti: «’O munno va», già nella colonna sonora del film di Alessandro Siani «La seconda volta non si scorda mai», «L’ironia di sempre» e «Acqua e rose». La prevendita per il primo concerto del «Vaimò tour 2008» allo stadio partenopeo è aperta, i biglietti variano da 45 a 25 euro e saranno acquistabili, come l’album, anche presso i 14.000 uffici postali d’Italia.

Annunci

Informazioni su Giorgio

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II / "PinoDanielomane" / appassionato di musica, qualsiasi genere essa sia

Pubblicato il 18/04/2008 su Discografia, Notizie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. fioredilota

    °oO(qualcuno gentilmente saprebbe decriptare il testo di ‘o munn’ va che mi sto ngrippando malamente?…lo posto sotto…è giusto? è sbagliato? addò ce stann’ e punt’ interrogativ’ che dice? aiutatem’…grazie…)

    Ammor’ nun è ammor’ si nun te fa suffrì,
    cammin’ e parl’ sul’ e ??? accussì…
    Ammor è cos’ e pazz’ e nun se po’ spiegà,
    l’esser’ uman’ è stran’ e n’ce sta nient’ a fa…

    ammor è uommen’ e femmen’
    ammor’ è fratem’ e sorem’
    e si sbagljo perduonem’ ca po’ nu sbagljo chiù…

    e ‘o munn’, sì, stu munn’, o munn’ va’,
    pur’ si chiov’ o jesce ‘o sole
    e ‘o munn’ sì, stu munn’, o munn’ va’,
    je vogljo sul’ c’ staj’ buon’…

    ammor’ si è carnale cur’ e te fa male
    rir’, muorz’ nfaccia e chiur’ ll’uocchje e po’ t’abbraccia…

    ammor’ è uommen’ e femmen’
    ammor’ è fratem’ e sorem’
    e si sbagljo perduoneme ca po’ nu sbagljo chiù…
    ca po’ nu sbagljo chiù…

    e ‘o munn’ sì stu munn’ o munn’ va’,
    pur’ si chiov’ o jesce ‘o sol’
    e ‘o munn’ si stu munn’ o munn’ va’,
    je vogljo sul c’ staj buon’…

    e ‘o munn’ sì stu munn’ o munn’ va’,
    pur’ si chiov’ o jesce ‘o sol’
    e ‘o munn’ si stu munn’ o munn’ va’,
    je vogljo sul c’ staj buon’…

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: