Daniele: "Con Troisi c’era anema"


Il singolo si intitola “Anéma e còre” e sono le cose che univano Pino Daniele all’amico Massimo Troisi (“avevamo tutto in comune”) cui è dedicato il triplo Best of “Ricomincio da 30”. Tante sorprese per il live dell’8 luglio all’Ippodromo di Agnano con la storica band Vai Mo. L’artista è grintoso: “Lavoriamo per una Napoli migliore” e attacca X-Factor “mi irrita, non sopporto le persone che stanno con un piede nella musica e uno nella tv”.

Inizialmente il grande concerto dell’8 luglio era previsto allo Stadio San Paolo di Napoli ma “non potendo aspettare ancora dagli Organi competenti le varie autorizzazioni per lo svolgimento dell’evento, a soli 40 giorni dallo stesso,- recita una nota- gli organizzatori dell’atteso ritorno live a Napoli di Pino Daniele sono arrivati alla conclusione che non è più possibile attendere altro tempo. Per questo Friends  & Partners, MT Opera &  Blue’s e Blue Drag hanno quindi deciso di trasferire il concerto-evento di Pino Daniele a Napoli dalla Curva Sud dello Stadio San Paolo al più capiente Ippodromo di Agnano”.
Dopo 30 anni di carriera qual è il suo prossimo obiettivo?
Voglio dare un’immagine positiva di Napoli e di tutto il Meridione.

Nel 1979 cantava Napule è ‘na carta sporca e nisciuno se ne importa è cambiato qualcosa nel 2008?
Per quanto mi riguarda sì. Ho promosso l’iniziativa Napule non è carta sporca con l’associazione di alcuni impreditori campani. Abbiamo devoluto circa diecimila biglietti del concerto per sensibilizzare le persone alla raccolta differenziata. In pratica porti un certo carico di differenziata presso alcune strutture o all’Ippodromo stesso e ti danno un biglietto per assistere al concerto.

Altri progetti?
Voglio coinvolgere il ministro dell’Ambiente Prestigiacomo per altre iniziative. C’è bisogno di informazione corretta e soprattutto in questo momento il piano del governo deve essere attuato. Anche con l’uso della forza, anche se sarebbe meglio non farne ricorso. Ma se la situazione degenera ci vuole tolleranza zero. Termovalorizzatori e inceneritori si debbono fare.

Nella nostra precedente intervista aveva detto: “Salvatemi dall’uomo bianco, dalla televisione e dai centri commerciali”. Pino Daniele è riuscito a salvarsi?
Assolutamente no (ride, ndr). La televisione la guardo solo per film e tg…

Ha visto anche X-Factor?
Sì, giusto due puntate.

Che ne pensa?
Mi irrita.

Ce l’ha coi cantanti?
Ma no poverini quelli no. Ce l’ho con le persone che stanno con un piede nella musica e uno nella televisione.

Sembrava non esser contento che “Gomorra” andasse al Festival di Cannes e poi ha vinto uno dei premi più prestigiosi…
Non voglio assolutamente che si dia della mia città una certa immagine e soprattutto che non ci sia speranza. Detto questo trovo che Toni Servillo sia un’attore straordinario, il migliore degli ultimi anni.

In “Anéma e còre” canta “Ho voglia di ricominciare”. Dopo 30 anni dove la porterà la musica?
Mi regalerà ancora emozioni. La musica mi ha dato una certa posizione sociale, l’amore e la voglia di vivere nei momenti bui.

Anche a superare la scomparsa di Massimo Troisi?
A lui mi legava l’arte e tantissime altre cose. Eravamo dinamite insieme, è difficilissimo trovare una sintonia simile. Mi manca molto perchè era la persona che condivideva in tutto e per tutto il mio modo di vedere le cose. Il cinema e la musica hanno fatto da collante alla nostra amicizia.

Cosa ricorda delle sue incursioni nel cinema?
Ero giovanissimo e il regista Corbucci mi volle fortemente per comporre le musiche del suo film “La mazzetta” ( 1978 ) con Nino Manfredi e Ugo Tognazzi. Un giorno mi si avvicinò e disse: ‘Bravo, mi piaci perché sei incazzato e giovane’. Adesso che ci penso ho composto musiche per dieci film, tutti ambientati a Napoli!

Quali saranno le sorprese del live dell’8 luglio all’Ippodromo di Agnano?
Quattro date, inclusa quella di Agnano, vedrà sul palco Tullio De Piscopo alla batteria, Tony Esposito alle percussioni, James Senese al sax, Rino Zurzolo al basso e Joe Amoruso alle tastiere. Tra gli ospiti italiani sicuramente ci sarà Giorgia…ma non posso anticipare nient’altro. Le altre due date del tour invece vedrà accompagnarmi l’altra band composta da Agostino Marangolo alla batteria, Ernesto Vitolo alle tastiere e Gigi De Rienzo al basso e altri.

Annunci

Informazioni su Giorgio

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II / "PinoDanielomane" / appassionato di musica, qualsiasi genere essa sia

Pubblicato il 30/05/2008 su Interviste, Notizie. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: