Daniele al San Paolo la decisione attesa in giornata


Si va verso la concessione di una sola curva con due date: l’8 e 9 luglio

 

I primi sopralluoghi degli organizzatori al San Paolo risalgono a febbraio. Solo oggi, forse, la commissione di vigilanza della Prefettura scioglierà il dilemma, decidendo se Pino Daniele potrà, o meno, esibirsi in quello stadio che dovrebbe essere casa sua, che è stato casa sua. In passato lo ha riempito, questa volta ne utilizzerebbe solo una curva, magari per due giorni, l’8 e il 9 luglio, in modo da soddisfare la crescente richiesta di biglietti per il ritorno del supergruppo con De Piscopo & Co. Quello del raddoppio di date, con una capienza concessa non superiore ai 20.000 spettatori per serata, sembra lo sbocco naturale del tunnel in cui ci si è ficcati, ma bisognerà attendere le decisioni dalla Prefettura. Nel caso in cui il San Paolo fosse inagibile per gli organizzatori si porrebbe un serio problema, le alternative rimarrebbero piazza del Plebiscito o un trasferimento a Salerno, all’Arechi, dove il 27 e 28 giugno suona Vasco Rossi. Sul sito della Bmg Ricordi, intanto, la data napoletana è stata rimossa, e viene accreditata la partenza del tour di «Ricomincio da 30» da Roma, l’11 luglio, alle Capannelle. La capitale non nega l’ippodromo alla musica, e nemmeno l’Olimpico. Milano, si sa, ha trasformato San Siro, campo della squadra campione d’Italia, nel palcoscenico preferito dalle star canore: dopo Vasco, Negramaro e Zucchero, sono attesi Springsteen e Ligabue. A Napoli l’ippodromo è impegnato dai cavalli e il San Paolo ha problemi di vibrazioni che farebbero temere per la tenuta statica dei palazzi vicini. Con le sue tante, più gravi, emergenze, la città riscopre così l’emergenza spazi per la musica e il problema di uno scaricabarile burocratico che permette si arrivi al mistero buffo di Pino Daniele che ancora cerca casa per il suo concerto. Domani, intanto, dovrebbe svolgersi al ministero per l’Ambiente la conferenza stampa di lancio della campagna di «Napoli non è una carta sporca», annullata all’ultimo momento la settimana scorsa. Con il cantautore e il ministro Stefania Prestigiacomo, saranno presenti Luciano Morelli, consigliere delegato per l’ambiente della Confindustria campana, e Piero Perron, presidente Conai. Anche a tutti loro piacerebbe sapere dove si farà, se si farà, il concerto, luogo centrale dell’intera operazione di educazione al riciclo dei rifiuti

Annunci

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 18/06/2008 su Concerti, Notizie, Tour. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: