Sanremo tra cantautori e figli d’arte


 

«Che cos’è questa crisi, che cos’è»… Il motivetto del futurista in salsa napoletana Rodolfo De Angelis torna buono per il Sanremo 2009 targato Paolo Bonolis. Festival in tempo di recessione, economica ancor prima che canora. Napoli prova a riscattarsi, ancora una volta, almeno con la canzone, c’è Sal Da Vinci tra i big che ora si chiamano più semplicemente Artisti, ci sono Pino Daniele e Massimo Ranieri come padrini dei giovani, che ora si chiamano Proposte. Nomi e titoli in gara parlano chiaro, quanto il direttore di Raiuno Del Noce pochi giorni fa: «Bonolis sta innovando, ma se non funziona nemmeno quest’anno…». Paolino rischia molto meno della kermesse, porta gli Afterhours, rocker maledetti della scena indie che accettano il rischio di passare per venduti, e affida ad Al Bano e Iva Zanicchi il compito di rappresentare lo zoccolo duro di un Sanremo che non c’è più. Pupo arruola Paolo Belli e dà inizio ad un gioco di citazioni televisive che dilagherà nella cinque giorni al via il 17 febbraio, ma è il leone di Dakar Youssou N’Dour a dare credibilità a «L’opportunità», canzone anti-razzista che schiera l’intera Nazionale cantanti contro l’allarme xenofobia. «L’Italia» canterà il recidivo Marco Masini, «Luca era gay» provocherà Povia, «Il paese è reale», azzarderà Manuel Agnelli con i suoi Afterhours, sperando che non arrivino a smentirlo troppo Alexia con Mario Lavezzi («Biancaneve»), l’idolo delle ragazzine e per qualcuno già favorito Marco Carta («Dentro ogni brivido»), la rediviva Dolcenera («Il mio amore unico»), i soft-rapper Gemelli Diversi («Vivi per miracolo») e Fausto Leali («Una piccola parte di te»). Jovanotti ha scritto «Più sole» per la coppia Nicolai-Di Battista, Patty Pravo promette fascino e intensità con «E io verrò un giorno là», Francesco Renga ci riprova con «L’uomo senza età», Tricarico promette di confermare la propria vena da irregolare con «Il bosco delle fragole». Senza infamia e senza lode, il Festival in stile «io speriamo che me la cavo» porta finalmente all’Ariston l’ugola scura e appassionata dello «scugnizzo» Sal Da Vinci: la sua «Non riesco a farti innamorare» è segno di una collaborazione autorale e discografica con Gigi D’Alessio. «Credo nel mio pezzo, ma credo soprattutto di essere maturo per questa prova, l’esperienza teatrale mi aiuterà a giocare bene le mie carte», commenta Sal, che ritroverà «i maestri Daniele e Ranieri come testimonial dei ragazzi in gara. Rappresenteremo bene la nostra città, che vive un momento terribile, ma saprà rialzarsi». Il mascalzone latino tirerà la volata a Silvia Aprile («Un desiderio verrà») che viene da «X Factor», l’ex Gianni Rock a Barbara Gilbo («Che ne sai di me»). Il Festival dei figli d’arte mette in campo Irene (Fornaciari) con Zucchero che chiama al suo fianco gli ex Sorapis Maurizio Vandelli, Dodi Battaglia e Fio Zanotti per non sembrare troppo «padrino». Per un Pooh senior che lancia un giovane c’è un Pooh junior (Chiara Canzian, figlia di Red, con «Prova a dire il mio nome») che si fa accompagnare da Roberto Vecchioni. Un tempo si sarebbe urlato allo scandalo, oggi vanno di moda «I raccomandati». Ad essere sinceri, un tempo si sarebbe gridato anche al miracolo: i cantautori tornano al Festival, ma in realtà ci passano senza troppo impegno, quasi per caso, o per affetto e devozione, come Lucio Dalla, sponsor e autore per la sua corista Iskra (Menarini), o Riccardo Cocciante per il carneade veronese Filippo Perbellini. Più sfigati, meno coccolati da case discografiche e management (non tutti possono permettersi una leggenda pop come Burt Bacaharach accoppiato alla Karima di «Amici»), i due vincitori di «Sanremolab», Arisa e Simona Molinari, ancora alla ricerca dell’accopppiamento da regolamento. Un occhio, ma soprattutto un orecchio, ancor prima di aver ascoltato la canzone, va a Malika Ayane, ennesimo talento della scuderia di Caterina Caselli sui cui hanno già scommesso Paolo Conte e Giuliano Sangiorgi. Solo una lite della vigilia ha impedito alla voce dei Negramaro di essere al fianco della sensuale voce della ragazza italo-marocchina. In extremis per lei è arrivato Gino Paoli, che non è proprio l’ultimo della lista. Presto si parlerà delle cinque donne-non vallette che saranno al fianco di Bonolis, i nomi che circolano finora, da Wendy Windham a Monica Bellucci, sembrano fatti apposta per essere bruciati. In extremis ieri gli Artisti sono lievitati da 15 a 16, le Proposte da 8 a 10, in attesa dei cento Giovani in gara solo in rete, nella speranza di intercettare il paese reale on line. «Per me quel teatro ha contato tanto», osserva Ranieri, «se posso dare una mano a una giovane di talento non mi tiro certo indietro. Io, ai miei esordi, e poi anche dopo, ho avuto tanti incontri importanti, tanti aiuti significativi». «Io a Sanremo ci sono sempre andato solo per il Tenco e come ospite», riflette Pino Daniele, «questa volta mi danno la possibilità di fare musica con una bella voce, di continuare l’opera da talent scout che ho iniziato tanti anni fa». Ben venga Sanremo, allora, almeno per un anno ancora: se gli ascolti saliranno, se qualche disco venderà, nel 2010 staremo ancora qui a riparlare del Festival. Altrimenti… «Ma cos’è questa crisi, che cos’è»? Nell’attesa di capirlo l’hit parade natalizia è autarchica al cento per cento, dieci italiani ai primi dieci posti: Laura Pausini, la Ferreri, Irene Grandi, poi Tiziano Ferro, Battiato, Jovanotti, Bocelli, Giorgia, Negramaro e Celentano. Vedremo come andrà dopo il Festival.

 

 

di Federico Vacalebre

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 23/12/2008 su Musica, Notizie, Spettacoli, TV. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: