Daniele e l’amore che ci salva dal buio


 

C’è una dimensione poetica, nelle canzoni di Pino Daniele, che va oltre il successo sentimentale di successi come “Napule è” o “Quando”. Nel nuovo tour europeo, ieri all’esordio al Carlo Felice, c’è una vena musicale, una passione per il semplice atto di suonare che sorprende il pubblico. Tutto cambia, anche nella vita di un artista, e in questo show c’è una naturalezza, un senso della misura che non appartiene solo al rigore tipico di Daniele, ma alla sua serenità interiore. Lo dice lui stesso: «La mia famiglia, mia moglie, i figli sono determinanti per ciò che sono diventato. A 54 anni posso permettermi di scegliere ciò che voglio suonare, posso dire no se non credo in un progetto. E se la gente non lo accetta, non mi venga ad ascoltare».

Naturalmente, il pubblico, i fans in particolare, non lo lascerebbe mai. È il suo modo di stare sul palco, di accarezzare le chitarre, di farle impennare, di stringersi alla band formata dal batterista Alfredo Golino, dal bassista Matt Garrison e dal tastierista Gianluca Podio, a suscitare un misto di ammirazione e curiosità. Daniele parte in tour con tre canzoni del nuovo album “Electric Jam”. La prima, “Il sole dentro di me” che nella versione originale ospita il rapper J-Ax, arriva dopo il brivido per “Quando” e “Napule è”, appunto. La seconda, “Io vivo fra le nuvole”, segue a ruota dopo “Sara non piangere”.

La costruzione dello show segue dunque un cammino in avanti e indietro nel tempo, come è ovvio per un artista dalla carriera trentennale. Ma nel caso di Daniele c’è un mood diverso, la capacità di assimilare le punte di eccellenza delle sue canzoni e di forgiarle in un unico movimento musicale, che suona del tutto nuovo.

Le melodie si riconoscono, il suono invece è diverso da quello nella nostra memoria. Non è un esercizio facile, tutt’altro. Ci vuole un grande senso delle emozioni, saper tradurre l’ansia e le certezze dei rapporti amorosi. Quando canta “Dubbi non ho” o “Anima”, Daniele non recita se stesso, non si limita a scorrere un repertorio ma lo spalanca come una grande cesta e lo rovescia sul pubblico.

Raramente esterna alla platea parole che non siano escluse da polemiche politiche o riflessioni sociali: sebbene il suo ruolo artistico, anche ultimamente con l’emergenza rifiuti a Napoli e la conseguente campagna per il riciclo, sia sempre stato di cerniera fra mondi diversi, a volte incompatibili, Daniele oggi consegna tutte le sue visioni del mondo al linguaggio della musica. Certo, “Amore senza fine” o “Io per lei”, piuttosto che “Nun me scuccià” o “A me me piace o’ blues”, rischiarano un cielo notturno, metaforico ovvio visto che siamo a teatro, che Daniele ha già provveduto a far scorrere nelle infinite varianti delle relazioni fra uomo e donna o, molto più semplicemente, fra persone che si vogliono amare. E siamo ancora una volta al punto centrale di tante produzioni, questa è particolarmente sofisticata ma ne fa parte: affrontare la realtà d’oggi con le canzoni, lasciandosi una via d’uscita nella musica e nelle storie più ordinarie, è il modo giusto per affrontare i disagi? Ascoltando Pino Daniele sembra di sì, ci si può ancora fare del bene con un po’ di attenzione per il nostro prossimo. A volte non ci accorgiamo di perdere tutto, per troppa fretta.

 

di Renato Tortarolo

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 20/04/2009 su Concerti, Musica, Recensione, Spettacoli, Tour. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: