«Sarà un concerto all’antica: niente computer, solo musica»


 

Pino Daniele in concerto a Torino

Un concerto in chiave elettrica quello che il 3 dicembre (ore 21) Pi­no Daniele propone al Palaruf­fini. Un evento non solo musicale, visto che il cantante partenopeo si esibisce per beneficenza in una serata organizzata dalla Consulta per le Per­sone in difficoltà in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. E sarà un live d’ecce­zione in particolare per i 40 lettori di CronacaQui che si sono aggiudicati i biglietti gratuitamente.
«Siamo orgoliosi – dice Paolo Osiride Ferrero, presidente della Consulta per le Persone in difficoltà – che un grande artista come Pino Daniele abbia accet­tato di esibirsi per una ragione non soltanto musicale ma sociale. Lo rin­graziamo per la sensibilità e la dispo­nibilità che ha dimostrato».
Quella di domani sarà la tappa torine­se dell’“Electric Jam Tour” che Pino Daniele sta portando in giro per l’Ita­lia, un concerto a base dei brani del suo ultimo album che è un piccolo com­pendio musicale tra blues anni ’70, funky, pop, jazz e ritmi afro.
«Il tour – spiega Pino Daniele – ha una particolarità: il fatto che suoniamo co­me si faceva una volta, senza compu-t­er, con la voglia di comunicare con la musica e per la musica».
“Electric Jam” le è valso anche il disco di platino… «Il risultato è positivo. Sto cercando di avvicinarmi sempre di più a un pub­blico diverso da quello cosiddetto classico. Viro verso chi predilige il blues, la musica d’avanguardia. Speri­mentando sempre cose nuove».
Questo suo ultimo album esplora più mondi musicali e ha una colla­borazione, quella con J-Ax, fino a qualche anno fa impensabile…
« Un’esperienza fantastica lavorare con lui. È stata una vera rivelazione per me e spero tanto di poter fare altro con J-Ax. Mi piace perché è un ragazzo tosto, vero».
Una sua canzone s’intitola “Pigro”: lei sembra tutt’altro, tra dischi, tour, collaborazioni, produzioni…
«Questa è la mia vita, non riesco a stare in casa in pantofole. Mi piace caricare chitarra e amplificatore in auto, parti­re e suonare. Sono pigro in altre cose: vacanze, cene e incontri non mi fanno impazzire, per esempio».
Più di 30 anni di carriera alle spalle: gli album di Pino Daniele da avere assolutamente?
«Beh, a me piacciono tutti. Però dico “ Dimmi cosa succede sulla terra”, “ Terra mia”, “ Mascalzone latino”, “Come un gelato all’equatore”, “Medi­na”, “Passi d’autore” e ovviamente “Electric Jam”».

 

di Franca Cassine

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 02/12/2009 su Concerti, Interviste, Musica, Spettacoli, Tour. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: