A ritmo di blues Pino Daniele ha acceso la piazza del Vulcano Buono


Gremita la location scelta per la quarta tappa del tour estivo dell’artista partenopeo. Durante la sua performance Pino Daniele ha raccontato alla miriade di fan di quella volta in macchina con Troisi e di quella canzone…

 

Sono stati circa 3000 i fan accorsi mercoledì, nella piazza del Vulcano Buono di Nola, per assistere alla quarta tappa dell’"Electric Jam Tour 2010" di Pino Daniele. La particolare forma del polo centrale della struttura, una vera e propria arena, ha esaltato i ritmi del "Neapolitan Power" che da sempre contraddistinguono lo stile dell’artista partenopeo.

Se la "naturale" conformazione della piazza, ha permesso di suonare con una acustica eccellente, regalando momenti indimenticabili a chi era presente, lo stesso è stato sotto il profilo organizzativo della serata. Infatti, nonostante il notevole afflusso di persone e la pioggia pomeridiana, tutto era stato calcolato nei minimi dettagli, motivo grazie al quale il concerto è stato un successo strepitoso. Tre varchi allestiti per l’ingresso e per l’uscita(più un quarto per i disabili), hanno permesso di far defluire gli spettatori senza alcun problema, evitando ingorghi umani e file interminabili. Ad accogliere il pubblico di Pino alcuni "point ristoro" allestiti dall’organizzazione del centro, addetti alla distribuzione gratuita di bevande analcoliche .

"Una serata magnifica – queste le parole della responsabile marketing del Vulcano, Floriana Ponticelli – Siamo felici del successo riscosso stasera dietro al quale c’e l’impegno di tante persone. Pino Daniele è un punto di riferimento nel panorama musicale e devo ammettere ,che non è stato facile portarlo qui – ha sottolineato la Ponticelli – ma la consapevolezza che egli rappresenta Napoli, e più in generale la Campania, rispecchia in pieno la personalità di questo posto". Non solo centro commerciale insomma, definizione abbastanza "riduttiva" di un luogo studiato per accogliere e soddisfare le esigenze dei suoi utenti a 360°. Un mega impianto sonoro e di luci hanno caratterizzato, per quasi due ore, uno spettacolo che si è aperto con le note di "Je sò pazzo". Ad accompagnare sul palco Pino Daniele: Agostino Marangolo (batteria), Rino Zurzolo (basso e contrabbasso) e Gianluca Podio (piano, fender e tastiere). Una scaletta contraddistinta da pezzi del repertorio classico come "O’ Scarrafone" alternati a brani più recenti di «Electric Jam» (Sony Bmg 2009), come "Il sole dentro me" (nato dalla collaborazione con J-Ax degli Articolo 31).

"Ci sono canzoni che non posso fare a meno di cantare ogni sera – queste le parole di Pino Daniele – Questo perché fanno parte della mia vita”. Un sentito commento dell’artista che ha preceduto l’inizio delle note introduttive di "Quando". Un Pino Daniele che ha preferito far arrivare le sue emozioni al pubblico, più che con discorsi lunghi, attraverso il suono della sua musica. Forse, il momento più emozionante della serata è stato proprio quello in cui l’artista partenopeo ha rivolto il suo ricordo a Massimo Troisi, amico prima che collaboratore di tanti sodalizi artistici: "A sentire questo brano viene tanta malinconia ma se devo dire la verità, ogni volta che lo canto rido – ha confidato Pino alla platea – la scriveremmo in macchina io, Massimo e Gino durante un viaggio. In quella occasione ridemmo talmente tanto che il viaggio proseguì a singhiozzo visto che fummo costretti a fermarci ad ogni autogrill" ha spiegato dopo aver cantato "Quando".

Il ricordo a Troisi è stato seguito da "Napule è’", una delle canzoni più apprezzate nel repertorio di Pino Daniele. Un unico coro di voci ha accompagnato l’artista mentre interpretava questo testo considerato l’emblema di una intera città. Con lo svolgimento del concerto di Pino Daniele però, lo spettacolo estivo al Vulcano Buono non si ferma. In Agosto infatti, piazza mercato farà da cornice a spettacoli live di cabaret e musica, sino a colmare nell’evento attesissimo del 21 Agosto. A calcare il palco dell’arena nolana del centro saranno le finaliste regionali di "Miss Italia" accolte da una madrina d’eccezione per l’evento: Caterina Balivo.

Alla prestigiosa serata parteciperanno inoltre, molteplici protagonisti del panorama nazionale ed internazionale dello spettacolo. Durante il concerto del papà di "Terra mia" è stato bello vedere tante famiglie divertirsi tra il pubblico seduto in platea. Un parterre molto vasto che andava dai giovanissimi sino alle persone più mature. Un sound insomma, che unisce, ogni volta, con la sua magia, oltre ad una varietà di stili musicali, diverse generazioni, accomunate dalla voglia di divertirsi e stare insieme. In linea con la filosofia portata avanti sin dalla nascita del centro di via Boscofangone: "Vulcano vuole essere diverso, agire attivamente per il proprio territorio – conclude la responsabile marketing della struttura – Soprattutto mettendo in campo iniziative volte all’esterno per la valorizzazione e la crescita di questa area geografica per la quale cerchiamo di impegnarci ogni giorno. Un esempio concreto del nostro progetto è proprio l’evento di stasera".

 

 

di Valeria Cuomo

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 23/07/2010 su Concerti, Musica, Napoli, Spettacoli, Tour. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: