Pino Daniele e Eric Clapton insieme sul palco


sky.it

In 16mila hanno acclamato i due musicisti, in concerto allo stadio di Cava dei Tirreni per un’iniziativa benefica. Hanno suonato tutti i loro più grandi successi, accompagnati da una band internazionale.

 

 

 

Il boato di sedicimila persone ha accolto, venerdì sera Pino Daniele ed Eric Clapton in concerto allo Stadio Simonetta Lamberti di Cava dei Tirreni, teatro di altri memorabili eventi, dai Pink Floyd a Sting, da Pat Metheny ai Dire Straits.
Uno stadio gremito di persone di ogni età per un evento che ha coniugato la musica alla solidarietà dal momento che i fondi raccolti saranno devoluti per migliorare l’assistenza clinica dei bambini malati di cancro del Centro di Oncologia Pediatrica dell’Ospedale Pausilipon di Napoli.
Per la prima volta insieme, i due chitarristi e voci uniche hanno suonato tutti i loro più grandi successi, ad un anno esatto dal loro primo incontro artistico avvenuto a Chicago in occasione del Crossroads Guitar Festival. Accompagnati da una superband internazionale – Steve Gadd alla batteria; Willie Weeks al basso; Christopher Stainton al piano, hammond e keyboards; Mel Collins al sassofono, e Gianluca Podio al piano e keyboards – il duo Daniele-Clapton ha da subito emozionato la platea con "Boogie Boogie Man" e "Napul’è". Poi Pino Daniele ha infiammato il pubblico con la versione strumentale di "Toledo" e poi di "Je so’ pazzo" in chiave blues e "A me me piace o blues", accompagnato da tutta la band e dal sax di Collins. Sull’emozionante "Quando" Daniele ha cantato accompagnato solo da piano a cui si è aggiunto il sax di Collins. Lo stadio si è illuminato di un tappeto di luci, tra accendini, flash di macchine fotografiche e cellulari, mentre tutti gli spettatori cantavano ogni singola nota della canzone.
Dopo altri successi del cantautore, è tornato sul palco anche Eric Clapton e le loro chitarre hanno intonato insieme "Per te". A questo punto è stata la volta del chitarrista, cantante e compositore britannico che da solo, inondato da una scenografia di luci gialle, ha riscaldato gli spettatori con "Key to the highway", "Hoochie Coochie" e, infine, tra luci rosse con stelle gialle e bianche ha concluso con il graffiante "Crossroads". Altri duetti Daniele – Clapton, poi, di nuovo solo il cantautore italiano che ha snocciolato successi come "’O scarrafone" e "Io per lei".
Infine, dopo poco più di due ore di vera musica, il gran finale, insieme, con "Layla" in una versione molto particolare con Daniele alla chitarra, ritornello cantato da Clapton e Weeks, assolo di Clapton e in coda, lunga parte strumentale dove Š entrato il piano di Podio. "Suonare con Eric Clapton, per un musicista – ha detto Pino Daniele – è come guidare con Michael Schumacher per un pilota. Ho voluto fare un concerto diverso dal solito, andando fuori dagli schemi e dalle regole. Non ci siamo preoccupati di inventare, ma solo di far incontrare due musicisti per un evento benefico che possa aiutare le persone. Questa è la vera cosa fantastica e non c’è altro da dire".

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 25/06/2011, in Collaborazioni, Concerti, Musica, Napoli, Notizie, Recensione, Spettacoli, Tour, TV con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: