Pino Daniele fra blues, jazz e melodramma


Progetto indipendente per "la Grande Madre", con ospiti d’eccezione e un chitarrista che torna a cantare

Mousse. Melodico e ritmico, Pino Daniele molto anni ’70. Con i musicisti e le idee di una volta ma i suoni di oggi. «La Grande madre» è l’album indipendente (Blue Drag, da un tema di Django) di unchitarrista che canta. E paga di tasca sua il prezzo della libertà. Di cercare un modo nuovo di scrivere con il belcanto di «Melodramma», il mix fra Napoli Cenrterale e gli Earth Wind & Fire in «Niente è come prima».

L’incontro con Eric Clapton e i festival internazionali di chitarre hanno segnato l’ultima maturazione di un musicista e di uno stile. Fra rock, blues e jazz (Napulè pure).Poche note, un fraseggio inaudito, nell’equilibrio di una forma canzone. Idee nuove di testo, come «Due scarpe (camminiamo insieme ognuna con una vita diversa»), più teatrale. «Incontrare chitarristi come Pat Metheny, Al Di Meola e Clapton ti aiuta a capire la tua strada». Anche suonare con il gruppo di Eric, Steve Gadd, Willie Weeks e Chris Stainton, senza rinunciare «a miai, Omar Hakim e Rachel Z, che hanno questa pronuncia newyorchese del jazz (di jazzare il blues)».

Più Mino Cilenu e Mel Collins, sax del progressive jazz inglese. La cover di «Wonderful Tonight» è con il permesso di Clapton («A Cava dei Tirreni, gli ho confessato: non so cantare in inglese»). «Searching For The Water Of Life» è per save the children. «Coffee Time» ha il tiro jazzy degli esordi, «O’ Fra» è un bel sentire strumentale. Album con libretto di 80 pagine, biografia, foto, gli spartiti (!) e contributi inediti. Pino non scrive più in napoletano perché teme di non essere all’altezza del primo Daniele. Pino sente lo smarrimento dei tempi. Sinceramente bello.

 

di Marco Mangiarotti

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 22/03/2012, in Collaborazioni, Discografia, Musica, Notizie, Recensione con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: