Pino Daniele a luglio torna live al Plebiscito


CON LA STORICA FORMAZIONE MUSICALE IN “NAPULE È TUTTA N’ATA STORIA”

Dopo lo straordinario successo, tra fine dicembre ed inizio gennaio di “Tutta n’ata storia-Live In Napoli” (sei concerti “sold out” al Palapartenope con 20mila biglietti venduti), il 12 luglio, a distanza di cinque anni, Pino Daniele tornerà a suonare in piazza del Plebiscito. Il nuovo grande appuntamento live di Pino Daniele, “Napule è tutta n’ata storia”, prodotto e organizzato da “Blue Drag” e “F&P Group” (in collaborazione con “Radio Italia”, emittente ufficiale dell’evento), sarà trasmesso in prima serata televisiva e realizzato in collaborazione con la “Ballandi Entertainment”, partner televisivo dell’evento. La prevendita dei biglietti avrà inizio sabato 19 gennaio (dalle ore 11) online su http://www.Go2.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali. “Napule è tutta n’ata storia” è il suono di una città, storie di amicizie tra vicoli e palazzi, artisti di un’intera generazione, è un nuovo capitolo musicale di quel “Neapolitan sound” che, attraverso i suoi protagonisti, ha contraddistinto un’epoca. È un viaggio attraverso le sonorità e l’ispirazione che Pino Daniele insieme ai suoi ospiti, colleghi e amici di sempre non ha mai smesso di raccontare: Enzo Gragnaniello, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e gli amici Rosario Jermano, Antonio Onorato, Tony Cercola, tutti insieme, ancora una volta, “una volta nuova”, nello storico e magico scenario di piazza del Plebiscito, con la straordinaria partecipazione di grandi artisti della musica italiana per rendere omaggio alla città dai “mille culure”.
Il ritorno di Pino Daniele in piazza del Plebiscito è anticipato dall’uscita, martedì, di “Tutta n’ata storia-Vai mò-Live in Napoli” (“Blue Drag”/“Sony Music”), il cd/dvd dello storico concerto del 2008 con cui Pino Daniele festeggiò i suoi 30 anni di carriera. Il cofanetto conterrà due brani inediti con Phil Palmer (coproduttore insieme a Pino Daniele), la cantante Lucy Jules, Steve Ferrone e Michael Feat, tre importanti duetti con Giorgia, Irene Grandi e Avion Travel, e un backstage movie con le immagini inedite dello storico concerto visto dal “dietro le quinte”. Il primo singolo estratto è l’inedito “Non si torna indietro”, già in rotazione radiofonica.
«Abbiamo visto come si muovono le cose anche all’estero – racconta Pino Daniele – stiamo cercando di far diventare questo raduno un appuntamento annuale. James e Tullio, ma anche tutti gli altri, nonostante l’età hanno un entusiasmo fantastico, la stessa passione di ieri ed è una cosa che non ha prezzo: ho conosciuto tantissimi musicisti, ma raramente ho trovato quell’entusiasmo e quella passione. Sicuramente ci potrebbe essere qualche incidente di percorso, qualcuno che s’appiccica cu n’ato, ma sono screzi che si superano. Mentre provavamo io Rino e Joe e ci siamo emozionati provando i pezzi di allora: io proverò a farlo diventare un appuntamento fisso e poi chissà che pur mantenendo e rispettando i nostri percorsi non si possa anche creare delle nuove cose. Il 12 luglio in piazza del Plebiscito ci saranno tutti gli artisti che hanno esplorato percorsi musicali interessanti con i loro strumenti: oltre alle mie canzoni ogni artista farà un paio di brani.
Anche per la città, in un momento che Napoli ha bisogno di turismo, di affluenza di pubblico e visibilità: non deve essere un concerto di Pino Daniele, ma un concerto di artisti che mi hanno aiutato dall’inizio e di nuove proposte che si riuniscono. Per i concerti di Natale non solo a Napoli hanno acquistato i biglietti, in molti verranno da altre regioni, è la testimonianza che la città vive attraverso un certo tipo di musica e di eventi, perché non farlo diventare un appuntamento per la città: il sindaco si è accorto che la cultura fa la differenza, c’è una nuova ondata di musica napoletana da valorizzare, un treno che cammina ed e targato Napoli city. M’ispiro alla napoletanità eduardiana».
Martedì esce “Tutta n’ata storia” il cd-dvd del concerto in piazza del Plebiscito nel 2008…
«Nel 2008 abbiamo capito che valeva la pena farne un appuntamento fisso, o almeno frequente. Ho recuperato quelle registrazioni e le abbiamo messe a punto, anche per
testimoniare le cose che abbiamo  fatto, per rivalutare e spingere questo che potrebbe diventare un appuntamento fisso. Nel cd ci sono anche due brani che ho realizzato con Phil Palmer e tantissime altre partecipazioni».
Sanremo e i talent show?
«È principalmente un palinsesto televisivo, contornato dalla musica, perchè la musica non ha più l’importanza di una volta. I talent nascono dalla cultura anglosassone, non li giudico, ma hanno una impostazione più tecnica, che mira alla perfezione tecnica, all’eccellenza e quindi all’intrattenimento: c’è inevitabilmente meno attenzione ai contenuti e al valore sociale della musica, così com’era ai quando noi abbiamo iniziato».

 

di Ivano Avolio

Advertisements

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 19/01/2013, in Collaborazioni, Concerti, Discografia, Interviste, Musica, Napoli, Notizie, Radio, Spettacoli, Tour, TV con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: