Pino Daniele, ritorno in piazza a Napoli «Ma niente nostalgia»


  (19 gennaio 2012)

Disco e festival Cd e dvd per i 30 anni di carriera. «Sanremo? Prendiamolo per quello che è: un palinsesto tv»

 

Un nuovo capitolo di quel «neapolitan sound» che ha segnato un’epoca. Pino Daniele (57 anni, foto), dopo il bagno di folla nel 2008 per i 30 anni di carriera, torna in piazza del Plebiscito a Napoli, il 12 luglio con il concerto Napule è – Tutta n’atastoria, trasmesso in prima serata su una rete da definire (oggi al via la prevendita, che online è su http://www.Go2.it).Intanto quella festa per 20.000 è diventata un cd/dvd che uscirà martedì: nel cofanetto due brani inediti con Phil Palmer, i duetti con Giorgia, Irene Grandi e Avion Travel, immagini del dietro le quinte. E le tante osmosi musicali che si ripeteranno, con alcune novità, il 12 luglio: con Enzo Gragnaniello, Tullio De Piscopo, James Senese, Tony Esposito. «Artisti che partendo dal nostro patrimonio non hanno smesso di sperimentare. Non sarà un’operazione nostalgia», precisa Pino Daniele. Cappellino e giubbotto verde militare, schietto e in gran forma, uno dei «re» di Napoli confessa: «I duetti che mi allettano? Con Paoli, Battiato, Fossati, Guccini, Ligabue, Ramazzotti. Oggi alcuni fanno musica, altri rumore, ma ci sono esperimenti nuovi che vale la pena ascoltare, Raiz, Antonio Onorato». Il rap? «Ricorderei solo i primi quattro versi. Io sono un istintivo, creo di pancia». Sanremo? «Finora non mi hanno invitato. Prendiamolo per quello che è: un palinsesto tv». I talent show? «Puntano tutto sulla prestazione tecnica. Adesso a decidere sono i sondaggi radiofonici. Mai sarei capace di fare il giudice. Quei ragazzi vengono mortificati. Da chi, poi…».Le elezioni: «Bisogna ripartire dai valori, mi benderò gli occhi». Se un politico, com’è successo alla Nannini, volesse appropriarsi di una sua canzone? «Dipende da chi la richiede». «Maroni?», urlano in sala. «È un bluesman, è vero, ma gliela comporrei in napoletano!». In un libro si sostiene che al posto di Pino ci sia un sosia: «Lavoro come un matto – rilancia – e con Gianluca Podio stiamo pianificando un live con pezzi storici strumentali e nuove canzoni. Chissà, scriverò pure la mia autobiografia».

 

di Martellini Laura

Informazioni su GiO

Studente di Informatica presso Università degli Studi di Napoli Federico II, PinoDanielomane e appassionato di Musica, grafica e di fotografia.

Pubblicato il 20/01/2013, in Collaborazioni, Concerti, Discografia, Interviste, Musica, Napoli, Notizie, Radio, Spettacoli, Tour, TV con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: