Pino Daniele

Pino Daniele - Front

 

TRACKLIST

1. Je sto vicino a te

2. Chi tene ‘o mare

3. Basta ‘na jurnata ‘e sole

4. Je so’ pazzo

5. Ninnananninanoè

6. Chillo è nu buono guaglione

7. Ue’ man!

8. Donna Cuncetta

9. Il mare

10. Viento

11. Putesse essere allero

12. E cerca ‘e me capì

 

 

TESTI

Je sto vicino a te

Je sto vicino a te
cu ciento strilla attuorno
je sto vicino a te
fin’a che nun duorme
je sto vicino a te
pecchè ‘o munno è spuorco
e nun cercà ‘e sape’
meglio che duorme

ma che parlamme a fà
sempe de stesse cose
pe’ ce ntussecà
e nun ce ‘ncuntrà ogne vota
c’arraggia ‘ncuorpo e chi
jesce pazzo tutt’e juorne pe’ capì.

Je sto vicino a te
pe’ nun piglià cadute
je sto sempe cu te
‘ncoppa ‘a sagliuta
je sto vicino a te
e ciento strilla attuorno
nun me fanno sentì
si staje scetata o duorme.

 

 

Chi tene ‘o mare

Chi tene ‘o mare
s’accorge ‘e tutto chello che

succede
po’ sta luntano
e te fa’ senti comme coce
chi tene ‘o mare ‘o ssaje
porta ‘na croce.
Chi tene ‘o mare
cammina ca vocca salata
chi tene ‘o mare
‘o sape ca è fesso e cuntento
chi tene ‘o mare ‘o ssaje
nun tene niente…

 

 

Basta ‘na jurnata ‘e sole

Je te vulesse dà
tutt’e penziere e chi a matina va a faticà
pe te fà capì
pecchè se dice sì
Je te vulesse dà
tutt’e strade d’o munno pe te fà cagnà
e spusta ‘e culure senza aver paura

e basta na jurnata ‘e sole
e coccheduno ca te vene a piglià
e basta na jurnata ‘e sole
pe putè parlà Je te vulesse dà
un po’ di luce in una stanza pe te fà tuccà
senza cadè pe te fa sapè
je te vulesse dà
tutto chello ca riesco a inventà
pe te fà ridere accussì
pe me fa sentì
pe me fa capì

Ma basta na jurnata ‘e sole…

 

 

Je so’ pazzo

Je so’ pazzo, je so’ pazzo
e vogli’essere chi vogli’io
ascite fora d’a casa mia
Je so’ pazzo, je so’ pazzo
ho il popolo che mi aspetta
e scusate vado di fretta
Non mi date sempre ragione
io lo so che sono un errore
nella vita voglio vivere almeno un giorno da leone
e lo Stato questa volta non mi deve condannare
pecchè so’ pazzo, je so’ pazzo
ed oggi voglio parlare.
Je so’ pazzo, je so’ pazzo
si se ‘ntosta ‘a nervatura
metto ‘a tutti ‘nfaccia ‘o muro
je so’ pazzo, je so’ pazzo
e chi dice che Masaniello
poi negro non sia pù bello?
e non sono menomato
sono pure diplomato
e la faccia nera l’ho dipinta per essere notato
Masaniello è crisciuto
Masaniello è turnato
Je so’ pazzo, je so’ pazzo
nun ce scassate ‘o cazzo!

 

 

Ninnanàninnanoè

Duorme Nennella mia
fino a che ven’o juorno
duorma nennella mia
che è ancora notte
E strigneme ‘e dete
sempe cchiù forte
si vene ‘o mammone
chiudimmo ‘a porta
Duorme Nennella mia
fora sta ‘o malotiempo
dorma nennella mia
meglio ca nun siente.
Ninnananinnanoè
Ninnananinnanoè…

 

 

Chillo è nu buono guaglione

Chillo è nu buono guaglione
fà ‘a vita ‘e notte sott’a nu lampione
e quando arriva mezzanotte

scende e
va a faticà’
chillo è nu buono guaglione
ma che peccato ca è nu poco ricchione
ha cominciato col vestito della sorella
pe pazzià’
chillo è nu buono guaglione
e vo’ essere na signora
chillo è nu buono guaglione
crede ancora all’amore
chillo è nu buono guaglione
sogna la vita coniugale
ma per strada poi sta male
perchè si girano a guardare
chillo è nu buono guaglione
s’astipa ‘e sorde pe ll’operazione
non ha alternativa
solo azione decisiva.
E mi chiamerò Teresa
scenderò a far la spesa
me facce crescere ‘e capille
e me metto ‘e tacchi a spillo
inviterò gli amici a casa
a passare una giornata
senza avere la paura
che ci sia una chiamata
e uscire poi per strada
e gridare << SO’ NORMALE >>!
e nisciuno me dice niente
e nemmeno la <<stradale>>.
Chillo è nu buono guaglione
e vo’ essere na signora…

 

 

Ue man!

Ue man!
Where are you going
you need a girl tonight
come on with me man!
You will enjoy your time
nu poche ‘e dollars to me
e me ne faje ie
ue man I woudn’t cheat you
nun te preoccupà
come on with me man!
Ca tutte’ quante hamma campà
nu poche ‘e dollars to me
e me ne faje ie
ue man!
You really enjoi the girl was good tonight
listen to me man!
Give man money for my wine
a few cigarettes to me
e me ne faje ie
ue man!
If you really enjoi
don’t worry how much you spend
listen to me man!
I hope you understand
nu poche ‘e dollars to me
e cerca e’ me capì.

 

 

Donna Cuncetta

Donna Cuncetta parlate
donna Cuncetta dicite
‘o tiempo d’e cerase è già fernuto
dint’a stu tuppo niro
ci stanno tutt’e paure
‘e nu popolo ca cammina sotta ‘o muro
donna Cuncetta cacciate tutt’e ricordi
‘a ‘mpietto
donna Cuncetta alluccate pe’ dispietto
e si vulesse Dio cu chesta fantasia
jettasse tutt’e cose a mare
mo’ ca so’ vecchia e dormo
nun pozzo cchiù fà’ niente
so’ na pazza ‘mmano a gente e tengo
mente
Ma s’je fosse guaglione,je fosse
capurione
e quando vott’o viento dic’a
mia
e sulamente si vulesse Dio…

 

 

Il mare

Io lo conosco è un uomo stanco
c’ha acchiappato sempe cauce pe dinto
‘e cianche
da bambino giocava sopra i marciapiedi
e la gente gli diceva:<<UHE’ LEVATI
DAI PIEDI!>>
Adesso ha la tessera del partito
compra il giornale tutti i giorni
ma è un uomo finito
la mattina va a strillare al collocamento
tanto ‘ o sape ca è vennuto pe poco
e niente.
E il mare il mare
il mare sta sempe llà
tutto spuorco chino ‘e munnezza
e nisciuno ‘o vo’ guardà’
Com’è bello lavorare sulla tangenziale
con le mani rosse che ti fanno male
e i ricordi che camminano a duciento
all’ora
e ti entrano dentro senza far rumore
lasciatelo parlare ha tante cose da dire
ha capito che la lotta non deve finire
sta alzando le mani verso il sole
in cerca di calore.
E il mare il mare
il mare sta sempe llà…

 

 

Viento

Viento scioscia stanotte
trase pe’ sotta e fatte sentì’
viento viento
viento nce resta pe’nce ‘ncazzà’
Viento
trase dint’e piazze
rump’e fenestre
e nun te fermà’
Viento viento
puorteme ‘e voci
‘ chi vo’ alluccà’.

 

 

Putesse essere allero

E dimme quacchecosa nun me lassà’
accussì
stasera sto sballato che voglia ‘e partì
cu’ ddoje parole ‘mmocca e tanta
semplicità
putesse essere allero
E dimme quacchecosa nun me lassà’
accussì
‘o viento sta passando e je ‘o voglio sentì
affondo ‘e mani dint’a terra e cerco ‘e
nun guardà’
e nun me pare overo
Putesse essere allero e m’alluccano
dint’e recchie
e je me sento viecchio
putesse essere allero cu mia figlia mbraccio che me tocca ‘a faccia e nun me’ fa vedè
E dimme quacchecosa nun me lassà’
accussì
me sento nu criaturo ca nun po’ fà’ pipì
vulesse arrubbà’ senza me fà’ vedè’
tutt’e facce d’a ggente
E dimme quacchecosa nun me lassà’
accussì
‘o viento è già passato nun pozzo cchiù
sentì’
e m’ha rimasto ‘ncuollo l’addore d’o
magnà’
e nu poco ‘e mare
Putesse essere allero cu nu spinello
‘mmocca
cu ‘ e mmane dint’a sacca
putesse essere allero cu na parola sola
ca me desse calore senza me fà’
sunnà’.

 

 

E cerco ‘e me capì

E cerca ‘e me capì’
è tanto tempo che non ti vedevo
eppure so’ cuntento
‘o ssaje m’hanno fottuto ‘e viaggi e
l’autostrada
tutto chello c’aggio passato e mo’ nun
credo cchiù
nun credo cchiù.
E torno a casa stanco muorto e nun
voglio fà’ niente
sto cu ll’uocchie apierte e sento ‘e
sunà’.
E pruove a vedè’ cu dint’a ll’uocchie
‘o sole
e c’o cazone rutto a parlà’ ‘e
Rivoluzione
e cride ancora cride ancora
e pruove a vedè’ chi t’ha attaccato ‘e
‘mmane
e nun te può girà’ pecchè te fanno male
e cride ancora cride ancora…
E cerca e me capì’
vorrei strappare mille occasioni
e poi fuggir lontano
me so’ scucciato ‘e parlà’ e dire ogni
volta
quel che ho dentro e poi star male e
poi suonare
Ma torno a casa stanco muorto e nun
voglio fà’ niente
sto cu ll’uocchie apierte e sento ‘e
cantà’
E pruove a vedè’ cu dint’a

ll’uocchie ‘o
sole
e c’o cazone rutto a parlà e Rivoluzione
e cride ancora cride ancora
e pruove a vedè’ chi t’ha attaccato ‘e
‘mmane
e nun te può girà’ pecchè te fanno male
e sona ancora sona ancora.

 

 

 

CREDITS

Pino Daniele:
chitarra acustica, chitarra classica, chitarra elettrica,
chitarra di Vanessa, mandolino, mandoloncello,
armonica, basso (Basta ‘na jurnata ‘e sole, Il mare), voce
Ernesto Vitolo:
tastiere
Rino Zurzolo:
basso elettrico, contrabbasso
Rosario Jermano:
batteria in
Chillo è nu buono guaglione, Donna Cuncetta,
Putesse essere allero- percussioni, vibrafono
Agostino Marangolo:
batteria
James Senese:
sax
Francesco Boccuzzi:
piano elettrico (Donna Cuncetta)
Carlo “Cialdo” Cappelli:
piano elettrico (Basta ‘na jurnata ‘e sole)
Fabrizio Milano:
batteria (Ue man!)
Gigi De Rienzo:
basso (Ue man!)
Tony “Cico” Cicco:
congas (Chillo è nu buono guaglione),
tastiere (E cerca ‘e me capi’)
Karl Potter:
congas (Donna Cuncetta)
Registrato alla “Sonic” di Roma
dall’ottobre ‘78 al febbraio ‘79
Tecnico del suono:
Franco Patrignani
Missato nello studio
“Green” dello “Stone Castle” di Carimate (Como)
nel febbraio ‘79
Tecnico del missaggio:
Alan Goldberg
Produzione in sala di registrazione:
Marcello Todaro
Collaborazione musicale in
“Donna Cuncetta”, “Putesse essere allero”,
“Chillo è nu buono guaglione”:
Rosario Jermano
Copertina di Cesare e Wanda Monti
Musiche/Testi/Arrangiamenti:
Pino Daniele
Personal Manager:
Joseph Lodato

Testi/Musiche/Arrangiamenti di Pino Daniele
Edizioni Musicali BELRIVER s.r.l.
Prodotto e distribuito dalla EMI Italiana s.p.a

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: