Archivi Blog

Pino Daniele, festa esplosiva tra duetti e tanta musica per "Nero a metà"

Con Emma, Fiorella Mannoia, Mario Biondi, Francesco Renga, Fiorella Mannoia e Massimo Ranieri per il concerto evento dedicato ai 30 anni dello storico disco

Una serata ricca di amici, colleghi ma anche un evento musicale speciale. Pino Daniele ha festeggiato ieri all’Arena di Verona i 34 anni dello storico album “Nero a metà” e 30 dal primo concerto in Arena. Band e orchestra hanno eseguito la scaletta ricca di hit accompagnando oltre Pino anche Emma, Fiorella Mannoia, Francesco Renga e Mario Biondi per oltre due ore fitte di festa della musica.

Una festa resa possibile anche grazie alla presenza della band originale con cui il cantautore partenopeo ha inciso “Nero a metà”, capeggiata da James Senese, a cui si è aggiunta la band attuale e 50 elementi dell’orchestra sinfonica Roma Sinfonietta, diretta dal Maestro Gianluca Podio. Lo spettacolo è iniziato con una atmosfera “di ascolto” intimo con l’orchestra sulle note di “Terra mia”. Emozionante il duetto con Elisa su una delle canzoni più belle del repertorio di Pino Daniele “Quando“. Ottimo feeling sul palco con Fiorella Mannoia in “Senza e’ Te” e “E so cuntento e sta” nonostante la cantante non abbia potuto provare nel pomeriggio a causa di un ritardo aereo di nove ore. Bell’impasto di voci con Pino, Francesco Renga e il ritorno di Elisa per “Voglio di più“, mentre solo con Renga ha duettato su “Musica musica“, “A me me piace o blues” e“Sotto o sole” sono stati i brani scelti da Mario Biondi mentre Emma felicissima di stare sul palco con Pino Daniele ha interpretato con entusiasmo “Nun me scuccià” e “Je so pazzo“. Gran finale con “Napule è” e “Yes I Know My way” con tutti gli ospiti e l’orchestra.
“Quella degli ospiti è una partecipazione particolare: – ha spiegato il cantautore poco prima del live – sono contento che Elisa partecipi, la seguo dagli inizi, la stimo molto, anche se questa è la prima volta che collaboriamo. Mario è come un fratello, gli piace il jazz, come piace a me mentre con la Mannoia siamo amici da tempo, abbiamo anche suonato all’Arena insieme”. E proprio alla location veronese Daniele è molto legato: “Dell’Arena mi ricordo benissimo e con emozione il mio esordio al Festivalbar, con ‘Je So Pazz. E’ un posto magico, all’epoca non mi conosceva nessuno, non sapevo come sarebbe andata e alla fine è andata bene”. Come è andata bene anche la serata soprattutto la seconda parte dedicata al disco “Nero a metà” con il pubblico che scattava in piedi in visibilio. Ed è straordinario come i brani siano ancora attuali a distanza di 34 anni: “Ci siamo divertiti molto facendo questo disco, senza renderci conto che stavamo facendo ‘la storia’. Forse per questo è ancora fresco oggi”, ha detto Pino.
Per precisa volontà dell’artista non si farà né un dvd né un disco tratto da questo evento, c’è stata solo radiocronaca su RadioItalia. E per chi non c’era previste 5 nuove date esclusive “Nero a metà” e in ognuna delle tappe ci sarà un ospite che non ha potuto partecipare a Verona: l’11 dicembre a Bari (Pala Florio), il 13 dicembre a Roma (Palalottomatica), il 16 e il 17 dicembre a Napoli (PalaPartenope), il 22 dicembre a Milano (MediolanumForum- Assago).

 

di Andrea Conti

Annunci

Pino Daniele: "In amore bisogna rinnovarsi"

Presenta il cd/dvd “Tutta N’Ata Storia – Vai mo’ – Live In Napoli” e l’evento del 12 luglio

 

Il dvd/cd “Tutta N’Ata Storia – Vai mo’ – Live In Napoli“, in uscita il 22 gennaio, racchiude l’amore di Pino Daniele per la sua città. E’ il concerto tenutosi nel 2008 in Piazza del Plebiscito con cui il cantautore ha festeggiato i 30 anni di carriera. “Tornerò in quella piazza il 12 luglio”, anticipa Pino a Tgcom24. Due i brani inediti nel cd/dvd tra cui “Non si torna indietro”. “In amore come nel lavoro bisogna sempre rinnovarsi”, dice.

Il cofanetto contiene tre importanti duetti con Giorgia (“Vento di passione), Irene Grandi (“Se mi vuoi”) e Avion Travel (“Terra mia”) e un backstage movie con le immagini inedite dello storico concerto visto dal “dietro le quinte”. Il primo singolo estratto è l’inedito “Non Si Torna Indietro”, già nelle radio.
Perché ogni volta cantare a Napoli per te è tutta n’ata storia?
Sono i luoghi in cui sono nato e cresciuto ed è anche un incontro verso persone che capiscono quello che stai cantando, quando parli in napoletano. Poi io cerco sempre di portare la musica napoletana moderna sul palco. In particolare nel concerto del 2008 con me c’erano amici come Tullio De Piscopo, James Senese, Tony Esposito, Joe Amoruso e Rino Zurzolo.

Una festa tra amici per Napoli che si rinnova il 12 luglio. Hai già qualche idea per quella serata?

Di sicuro ci saranno anche colleghi che amano la cultura napoletana. Nel 2008 ho invitato Giorgia che ormai conosco da molto tempo e con la quale non escludo di tornare a collaborare, gli Avion Travel e Irene Grandi. Sono contento di tornare in Piazza del Plebiscito per confermare l’amore tra me e Napoli che mi ha tributato sei sold out al Teatro Palapartenope tra fine dicembre 2012 e inizio gennaio 2013.

Nel cofanetto ci sono due inediti tra cui “Non si torna indietro”, ancora una volta una dichiarazione d’amore. Com’è nata?

Questa canzone è speciale e nasce dall’esigenza della continua ricerca delle emozioni e della voglia di sperimentare sempre cose nuove. Ciò vale sia nel lavoro che nella vita privata. E’ giusto condividere le cose belle della vita con le persone che ci circondano.

Questi inediti fanno da apripista ad un nuovo album?

Nell’immediato non uscirà nessun disco ma stiamo già pensando a qualche brano nuovo.

INFORMAZIONI CONCERTO 12 LUGLIO Chi ha acquistato una card o un biglietto per uno degli show di “Tutta N’Ata Storia – Live in Napoli” di dicembre o gennaio al Teatro Palapartenope, avrà la possibilità, fino al 19 febbraio, di acquistare il biglietto per l’evento del 12 luglio in Piazza del Plebiscito “Napule è – Tutta N’Ata Storia” al prezzo di 34,50 anziché 40,50 euro (inclusi diritti di prevendita). Per informazioni: www.fepgroup.it

di Andrea Conti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: